Cosa dire di me stesso? Prima di tutto co-fondatore e fondatore di diverse associazioni culturali e/o riviste on-line, autore di GdR, blogger, articolista e saggista su varie testate, dunque anche scrittore, lettering, sceneggiatore di fumetti e appassionato di narrativa. Mi occupo a tempo pieno di nerditudine e spiritualità... Eh sì, nonostante sembri un ossimoro, la narrativa e l'intrattenimento non soltanto non sono incompatibili con la fede, ma rappresentano il primo grande passo verso un'apertura al trascendente. L'uomo da sempre comprende se stesso e il senso più profondo della realtà che lo circonda per mezzo di storie, scritte o trasmesse oralmente. Ma, detto tra noi, meglio se a fumetti! 

Affascinato dalle storie di Arda, ho cercato di capire perché Tolkien sostenesse che a essere immaginario è solo il tempo in cui sono ambientati i suoi racconti. Ho così iniziato un lungo cammino che mi ha portato ad amare quel senso profondo della realtà che, più ampiamente, si può definire "protologia", fino all'esperienza del percorso dei 10 Comandamenti di don Fabio Rosini. Lì mi è stata data una formazione come cristiano che non posso che considerare un grande dono di Dio. Ho così scoperto che la fede cristiana è soprattutto un'esperienza di bellezza, ben lontana dall'ideologia e dall'emozionalità di chi la riduce ad un sterile atto di cieca convinzione.

Tuttavia la narrativa non è solo quella della letteratura, ma si estende su molteplici piattaforme di comunicazione. Le mie prime idealizzazioni furono plasmate dai capolavori di Shigeru Miyamoto, quali "A Link to the Past" e "Ocarina of Time", che, magari sarà azzardato dirlo, racchiudono in sé un po' tutta l'essenza del mito. Il mio essere un nerdone comincia dall'amore per la narrativa in senso piuttosto ampio (romanzi, videogiochi, giochi di ruolo, cinema, fiction), per il fumetto e tutto ciò che porta alla storia delle storie. Ed è proprio di questo che mi occupo principalmente: avvicinare le persone alla storia delle storie per mezzo della cultura nerd e popolare.


Eh sì, fa strano dirlo... ma essendo eufemisticamente introverso e appassionato di quella che oggi è semplicisticamente definita come "cultura nerd", oltre che, nel bene o nel male, atipico nel mio modo di essere, l'aggettivo "nerd" me lo prendo tutto. Vabbè, fino a cinque o sei anni fa sarebbe stato un dispregiativo... un difetto... Oggi invece ci si può definire nerd senza doversi vergognare, o addirittura con un pizzico di orgoglio.  Ringraziamo "The Big Bang Theory" per questo.


Un'altra delle mie "occupazioni", che considero più una missione che un lavoro, è quella della conoscenza del Peccato Originale: prima di tutto un sito internet e un'associazione culturale come luoghi di approfondimento sulle origini dell'uomo e sulla caduta dell'umanità. Si tratta, sostanzialmente, della storia della Genesi, il mito dei miti, secondo una ricostruzione realistica e sorprendente per poter finalmente rendere comprensibile non soltanto la creazione del mondo, di ogni specie e dell'uomo, ma per offrirci in una nuova luce su tutta la Storia della Salvezza.

 

In fondo la storia di Cristo e della salvezza, che comincia dalla caduta di Adamo e dal Mysterium Iniquitatis, non è altro che il Viaggio dell'Eroe nella sua massima espressione, posto come paradigma per ognuno di noi. Noi tutti facciamo parte di un'incredibile storia su cui c'è ancora tanto da scoprire.

Cos'è Cattonerd? Si tratta di un gruppo di ragazzi e ragazze, di cui faccio parte, che ancora devono capire se sono tanto cattolici da vedere tracce di Dio ovunque, o tanto nerd da voler vedere nella nerdosità una possibile via per raggiungere Dio!

 

Siamo convinti che ci sia molto in comune tra la fede e il mondo nerd. Purtroppo però sappiamo che, per via di una visione appesantita del cristianesimo, sia difficile collegare l’ironia, la demenzialità e l’epicità del nerd al cattolicesimo… per questo siamo arrivati noi (qui dovreste immaginare una sigla epica da cartone animato, della serie “arrivano i nostri!”)! 


Un collettivo di giovani autori di fumetti, sia disegnatori che sceneggiatori, il cui fine è proporre la cultura del fumetto da una prospettiva del tutto nuova, oltre che il piacere di collaborare insieme a progetti di vario genere, tra cui, ovviamente, la realizzazione di fumetti. 


La fantasia è rielaborare la realtà. Quest'ultima ce la possiamo immaginare meglio di come è? Come si può credere che Dio abbia creato una realtà si seria "b"? E perché sempre più persone sono così attratte dalla nerditudine? È semplice desiderio di evasione o dietro si cela dell'altro? Per quali ragioni "Cattonderd" suona come un ossimoro? Il credo della meraviglia a cosa si contrappone? 



Informazioni personali

Alessandro Pacifico

Residente e nato a Roma, il 19/04/1981

alexpac81@gmail.com


Istruzione e formazione

- Maestro d'arte in Architettura degli Interni. ISA Roma 2 - 2001

- Attestato di Sceneggiatura del Fumetto. Scuola Romana dei Fumetti - Anno Accademico 2014-2015

- Master di Sceneggiatura. Scuola Romana dei Fumetti - Anno Accademico 2015-2016

- Masterclass for ARFer Better Stronger Learning Comics 2016

- Masterclass for ARFer Better Stronger Learning Comics 2017