Siamo nani sulle spalle di giganti. ~ Bernardo di Chartres

O giganti sulle spalle di nani? La questione è tutta qui. Il linguaggio cambia, ma la realtà no. Si può, pertanto, percepire la storia in modo diametralmente opposto, ma la struttura di un racconto, così come il fine per cui è scritto e/o vissuto, non cambiano anche se lo si osserva da un punto di vista differente, quindi forviante. Naturalmente, imparare a guardare le cose da diverse angolazioni resta una virtù che in tal frangente non voglio in alcun modo negare. In tale sezione mi limito a raccogliere le riflessioni che ho scritto riguardo il cambiamento del linguaggio nella storia, e ciò che ci ha portato dal pensiero medievale a quello moderno.


Da Tex Willer a Dylan Dog

Da Tex Willer a Dylan Dog… il prof. Franco Nembrini ci spiega il viaggio cominciato dal Ranger più irriducibile fino all’Indagatore dell’incubo più famoso dei fumetti


Cattolicesimo-post-concilio: cos'è andato storto?

Perché ci troviamo in una società post-cristiana? E cosa ci ha reso così secolarizzati? 😕

Dal Medioevo all’ateismo

Dal Medioevo all’ateismo… in cinquecento anni di storia cosa è cambiato? Ce lo spiega il prof. Franco Nembrini


Cambiamenti del linguaggio nella Chiesa cattolica

Cosa a portato alla negazione delle verità fondamentali della fede cattolica? E la creazione mediata può aiutarci a rivalorizzare il peccato di Adamo?