Esiste un posto chiamato "paradiso" dove le opere buone iniziate qui possono venire portate a termine; e dove le storie non scritte e le speranze incompiute possono trovare un seguito. ~ J.R.R. Tolkien

Cos'è aldilà? Cosa sono i Novissimi? Si tratta dell'eternità. Nessuna persona nasce per conoscere l'oblio, ma ogni essere vivente fa già parte dell'eternità creata, di cui noi comuni mortali percepiamo solo il cosiddetto "attimo presente". Il paradiso, il purgatorio e l'inferno sono realtà che già cominciano qui su questa terra e che possiamo continuare, nel bene o nel male, oltre l'esperienza terrena. Non si tratta di "rassicurazioni", essendo possibile anche perdersi per sempre, cioè dannarsi in un libero rifiuto di Dio per tutta l'eternità. Ma la prospettiva cattolica, magnificamente spiegata da Tolkien nelle sue opere, è quella di coloro che osservano ogni aspetto della loro vita in previsione di un'esistenza eterna che, nel nostro cuore, sappiamo essere una certezza per quel profondo anelito di bellezza che solo le Terre Imperiture saranno capaci di soddisfare, portando a compimento le tante, forse troppe storie o relazioni rimaste in sospeso nel corso di questa breve vita da figli degli uomini.


La dottrina del Purgatorio, da Dante a Guerre stellari

La ragionevolezza del Purgatorio, partendo da Dante fino a Star Wars + Gabriele Dell'Otto!

Gli animali hanno un’anima… o no?

“La mantide di sicuro.” “Perché?” “Beh… è religiosa!” Leggere il resto dell’articolo per la risposta a freddo